Wrong – Depeche Mode, 2009

Posted in video with tags , on 2 maggio 2017 by pangolino

Depeche Mode – Wrong from Depeche Mode on Vimeo.

Lavender Town – Original Japanese Version

Posted in music, video (not categorized) with tags , on 27 aprile 2016 by pangolino

 

Sindrome di Lavandonia
https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110906062429AARrADV

Metachaos – A. Baveri, 2010

Posted in video, video (not categorized) with tags , on 26 gennaio 2016 by pangolino

Nine Dead – C. Shadley, 2009

Posted in cinema, genre, review, thriller with tags , , , , on 25 ottobre 2015 by pangolino

Nine Dead - locandinaNOVE persone. Sequestrate, chiuse in una stanza e ammanettate. A loro scoprire il legame che le unisce. Fino ad allora, ogni dieci minuti, uno di loro sarà giustiziato.

Fuori dai circuiti italiani è Nine Dead di Chris Shadley, rompicapo a tempo che si ispira a modelli più noti. La stuzzicante pellicola di Shadley gioca tutte le sue carte sulla dinamica del soggetto, che traina l’attenzione furbescamente e vince a mani basse: la tensione viene ricaricata ogni dieci minuti mentre l’enigma da risolvere (ved. Saw) fornisce il pretesto più “intellettuale”. Tutto ciò che è a corredo dei due assi portanti viene trascurato e si assesta su livelli di mediocrità: si parte da una recitazione grossolana, si attraversano dialoghi infantili e inefficaci nel loro scopo di eguagliare linguaggi volgari ampiamente diffusi nel cinema moderno, si finisce con un disegno dei personaggi fiacco e poco caratterizzante, che non lascia parteggiare per alcuno di loro, neanche per l’antagonista, definito debolmente nella sua ferocia e sete di vendetta.

Nine Dead è uno di quegli oggettini usa e getta da drive-in moderno, che si lascia guardare per la sola curiosità di sapere a chi tocca e come andrà a finire, ma che non conosce cura narrativa.
Finale approssimativo e non convincente.

Valutazione: 5.5/10

The Green Inferno – E. Roth, 2015

Posted in cinema, genre, horror, review with tags , , , , on 10 ottobre 2015 by pangolino

The Green Inferno - posterCaso di emulazione nostalgica di certo filone già fin troppo mitizzato da una generazione a caccia di ribellioni visive.

Se da un lato i riferimenti sono il Cannibal Holocaust di Deodato ed i suoi epigoni (Mangiati vivi! e Cannibal Ferox), i risultati sono atrocemente inferiori al cinema (inutilmente) provocatorio che Roth omaggia. The Green Inferno è uno schiaffo offensivo a qualunque serio amante del cinema, una stupida esca per il fan agguerrito del cinema cannibal italiano anni 70, un’accozzaglia di brutture e ingenuità cinematografiche che superano il ridicolo involontario e non sollazzano il voyeur amante del gore (inspiegabile il VM18). E’ trash che non merita neanche di finire nell’inventario Troma giacché non costituisce genere a sé, né mantiene le distanze da quel che dice, esclusivo presuntuoso atto onanistico di un appassionato con i mezzi e i soldi per realizzarlo.

Recitazione, sceneggiatura, atmosfere di bassa lega, anche queste apparentemente di ispirazione, che, se si lasciavano tollerare a fatica nel filone omaggiato, qui, nelle vesti di brutte copie, toccano il fondo e irritano senza possibilità d’appello.

All’opposto del maiale, del quale non si butta nulla, The Green Inferno è una bestia della quale si scarta tutto.

Valutazione: 1/10

Mary and Max – A. Elliot, 2009

Posted in cinema, drama, genre, review with tags , , , , , , on 24 agosto 2015 by pangolino

Mary and Max - posterIL Mary and Max di Adam Elliot è un genuino stop motion australiano a tinte drammatiche sporche di commedia, un po’ sotto le righe ma senza retorica o compiacimenti. Per spettatori semplici.

.:Recensione:. Mary and Max – A. Elliot, 2009

Compliance – C. Zobel, 2012

Posted in cinema, drama, genre, review, thriller with tags , , , , , on 16 agosto 2015 by pangolino

Compliance - posterINQUIETANTE, angosciante il Compliance di Craig Zobel, docu-drama su un caso reale di assoggettamento psicologico. Valida sceneggiatura per un thriller non convenzionale.

.:Recensione:. Compliance – C. Zobel, 2012

Ex Machina – A. Garland, 2015

Posted in cinema, genre, review, science fiction, thriller with tags , , , , , on 2 agosto 2015 by pangolino

Ex Machina - posterESORDIO ambizioso l’Ex Machina di Alex Garland, dalle atmosfere centrate ma con uno sviluppo non convincente. Sofisticato.

.:Recensione:. Ex Machina – A. Garland, 2015

Il luogo delle ombre – S. Sommers, 2013

Posted in cinema, fantasy, genre, review with tags , , , , , , , on 28 luglio 2015 by pangolino

Il luogo delle ombre - posterBUCO nell’acqua per l’adattamento cinematografico de Il luogo delle ombre di Dean R. Koontz, pellicola di serie C senza possibilità di appello. Vuotezza a 360 gradi.

.:Recensione:. Il luogo delle ombre – S. Sommers, 2013

Neverending Nightmares – Trailer

Posted in video (not categorized) with tags on 19 luglio 2015 by pangolino

Terminator Genisys – A. Taylor, 2015

Posted in action, cinema, genre, review, science fiction with tags , , , , , , on 12 luglio 2015 by pangolino

Terminator Genisys - posterQUINTO capitolo della saga Terminator, Genisys giunge sottovoce e con basse speranze di consenso. Mediocrità a tutto spiano per una pellicola che offende ancora.

.:Recensione:. Terminator Genisys – A. Taylor, 2015

Predestination – Spierig Bros., 2014

Posted in cinema, genre, review, science fiction, thriller with tags , , , , , , , , on 6 luglio 2015 by pangolino

Predestination - locandinaSIMPATICO giocattolo a colpi di paradossi temporali il terzo lavoro dei fratelli Spierig, curato in scrittura e di gradevole impatto estetico. Resta una bevanda usa e getta.

.:Recensione:. Predestination – Spierig Bros., 2014

Sound of My Voice – Z. Batmanglij, 2011

Posted in cinema, genre, review, thriller with tags , , , , on 29 giugno 2015 by pangolino

Sound of My Voice - locandinaTHRILLER psicologico con base fantascientifica, Sound of My Voice è un interessante lavoro che vince per angoscia, ma sfrutta male il soggetto portante. Disponibile con sottotitoli.

.:Recensione:. Sound of My Voice – Z. Batmanglij, 2011

Coherence – J. W. Byrkit, 2013

Posted in cinema, genre, review, science fiction, thriller with tags , , , , , on 23 giugno 2015 by pangolino

Coherence - posterUna cometa si avvicina alla terra e un gruppo di amici si incontra in casa per una serata. Gli schermi di due cellulari si rompono senza motivo. La luce va via in tutto il quartiere tranne che in una villa lontana. Sarà l’inizio di un incubo.

ReCenSIOne AiAce

Enemy – D. Villeneuve, 2013

Posted in cinema, genre, mystery, review, thriller with tags , , , , , , , , , on 21 giugno 2015 by pangolino

Enemy - posterALTRO magnifico centro per il canadese Denis Villeneuve dopo Prisoners, con l’enigmatico e misterioso Enemy, storia su una doppia identità. Grande classe e splendide atmosfere.

.:Recensione:. Enemy – D. Villeneuve, 2013

Insidious 3 – L. Whannell, 2015

Posted in cinema, genre, horror, review with tags , , , , on 14 giugno 2015 by pangolino

Insidious 3 - locandinaTerzo capitolo della saga Insidious nelle mani di Leigh Whannell, sceneggiatore di alcuni Saw. Dilettantismo per un film inutile che non aggiunge nulla.

.:Recensione:. Insidious 3 – L. Whannell, 2015

Mad Max: Fury Road – G. Miller, 2015

Posted in action, cinema, genre, review, science fiction with tags , , , , , , on 7 giugno 2015 by pangolino

Mad Max Fury Road - posterDOPO trent’anni dall’ultimo capitolo della celebrata trilogia di Mad Max, George Miller torna in campo con Fury Road. Adrenalinico, visionario, ma è più una montagna russa che vero cinema.

.:Recensione:. Mad Max: Fury Road – G. Miller, 2015

Kung Fury – D. Sandberg, 2015

Posted in action, cinema, fantasy, genre, video with tags , , , on 2 giugno 2015 by pangolino

Il racconto dei racconti – M. Garrone, 2015

Posted in cinema, fantasy, genre, review with tags , , , , , , , , , on 31 maggio 2015 by pangolino

Il racconto dei racconti - locandinaGARRONE a Cannes 2015 con Il racconto dei racconti, tre novelle fantastiche di stampo seicentesco. Pellicola curata e audace ma poco calamitante. Non notabile.

.:Recensione:. Il racconto dei racconti – M. Garrone, 2015

La giovinezza – P. Sorrentino, 2015

Posted in cinema, drama, genre, review with tags , , , , , , , , , on 24 maggio 2015 by pangolino

La giovinezza - locandinaIN concorso a Cannes è l’ultimo lavoro di Sorrentino, La giovinezza, con Micheal Caine e Harvey Keitel al comando. Autocompiaciuto e frammentato, prende il peggio degli ultimi lavori. Da vedere senza aspettative.

.:Recensione:. La giovinezza – P. Sorrentino, 2015

Avengers: Age of Ultron – J. Whedon, 2015

Posted in action, adventure, cinema, fantasy, genre, review with tags , , , , , , , on 10 maggio 2015 by pangolino

Avengers: Age of Ultron - locandinaSECONDO capitolo degli Avengers a firma Joss Whedon, anche in 3D. Baraonda senz’anima che stordisce senza lasciare nulla. Cinema dannoso.

.:Recensione:. Avengers: Age of Ultron – J. Whedon, 2015

Mia madre – N. Moretti, 2015

Posted in cinema, drama, genre, review with tags , , , , , , , , , on 6 maggio 2015 by pangolino

Mia madre - posterIN concorso al Festival di Cannes 2015 è il Mia madre di Nanni Moretti, dramma intimista attorno alla vita di una regista. Alte ambizioni parzialmente raccolte in sceneggiatura, meno in intepretazioni. Non indispensabile.

.:Recensione:. Mia madre – N. Moretti, 2015

Black Sea – K. Macdonald, 2014

Posted in cinema, genre, review, thriller with tags , , , , , on 21 aprile 2015 by pangolino

Black Sea - locandinaFIACCO tentativo quello di Kevin Macdonald di dar vita a un thriller degli abissi capeggiato da un insipido Jude Law. Da evitare.

.:Recensione:. Black Sea – K. Macdonald, 2014

Humandroid – N. Blomkamp, 2015

Posted in cinema, genre, review, science fiction with tags , , , , , , on 15 aprile 2015 by pangolino

Humandroid - locandinaNEILL Blomkamp torna in campo con Chappie, pellicola di stampo robotico, tra azione, fantascienza e tocchi di commedia. Grandi risultati per effettistica ed action, qualche perplessità sulla gestione dei generi e della sceneggiatura. Da vedere comunque.

.:Recensione:. Humandroid – N. Blomkamp, 2015

The House of the Devil – T. West, 2009

Posted in cinema, genre, horror, review, thriller with tags , , , , , on 8 aprile 2015 by pangolino

The House of the Devil - posterAnni 80. Una studentessa cerca lavoro part-time. “Baby-sitter needed”, recita un volantino. E’ l’occasione, ma gli offerenti hanno per lei piani molto diversi.

rEcenSioNe AIaCe

Come ti spiego in 2 minuti il bike sharing a Foggia

Posted in video (not categorized) with tags , on 7 aprile 2015 by pangolino

Up – P. Docter & B. Peterson, 2009

Posted in animated, cinema, comedy, genre, review with tags , , , , , , , on 6 aprile 2015 by pangolino

Up - posterANCORA cinema Pixar con Up, di Pete Docter e Bob Peterson. Ancora una volta di fronte a una bella confezione per una squisita storia con una grande animazione? Forse anche qualcosa di inquietantemente nuovo.

.:Recensione:. Up – P. Docter & B. Peterson, 2009

MirrorMask – D. McKean, 2005

Posted in cinema, fantasy, genre, review with tags , , , , , on 30 marzo 2015 by pangolino

MirrorMask - poster by Fatimictlan (fonte: deviantart.com)

MirrorMask – poster by Fatimictlan (fonte: deviantart.com)

NEL 2005 il noto fumettista Dave McKean va dietro la macchina da presa per dirigere MirrorMask, supportato dal fedele collaboratore Neil Gaiman alla scrittura. Viaggio allucinato che intrattiene ma satura, come i suoi colori.

.:Recensione:. MirrorMask – D. McKean, 2005

Una nuova amica – F. Ozon, 2014

Posted in cinema, drama, genre, noir, review with tags , , , , , on 22 marzo 2015 by pangolino

Una nuova amica - locandinaIdentità sepolte, svelate, non accettate: questi i motori dell’ultima pellicola di François Ozon, Una nuova amica, a cavallo tra Hitchcock e Almodovar. Nobili propositi, poveri risultati.

.:Recensione:. Una nuova amica – F. Ozon, 2014

The Leviathan – Teaser

Posted in cinema, genre, science fiction, video with tags , on 19 marzo 2015 by pangolino

Blackhat – M. Mann, 2015

Posted in cinema, genre, review, thriller with tags , , , , on 15 marzo 2015 by pangolino

Blackhat - locandinaDOPO sei anni Mann torna alla regia con un cyber-thriller, Blackhat, distribuito in poche copie. Manca la stoffa di sempre e il film galleggia per miracolo.

.:Recensione:. Blackhat – M. Mann, 2015

Nemico pubblico – M. Mann, 2009

Posted in cinema, gangster, genre, review with tags , , , , , , on 15 marzo 2015 by pangolino

Nemico pubblico - character posterGRANDE classe ed eleganza nel Nemico pubblico di Mann, rievocazione delle imprese di Dillinger e dei suoi compagni di rapine. Stoffa di pregio indimenticabile.

.:Recensione:. Nemico pubblico – M. Mann, 2009

Vizio di forma – P. T. Anderson, 2014

Posted in cinema, comedy, genre, noir, review with tags , , , , , on 9 marzo 2015 by pangolino

Vizio di forma - locandinaPAUL Thomas Anderson lancia lo spettatore giù nel baratro hippie con Vizio di Forma, detective-story un po’ noir, un po’ commedia. Alte mete non sempre raggiunte, a tratti ostacolate da una trama invasiva. Da vedere al di là di tutto.

.:Recensione:. Vizio di forma – P. T. Anderson, 2014

RocknRolla – G. Ritchie, 2008

Posted in cinema, comedy, gangster, genre, review with tags , , , , , on 8 marzo 2015 by pangolino

RocknRolla - locandinaSTESSO marchio di fabbrica di Lock, Stock and Two Smoking Barrels e Snatch, RocknRolla delude pesantemente le aspettative con una complessità non supportata da pari divertimento. Fine della giostra?

.:Recensione:. RocknRolla – G. Ritchie, 2008

Promettimi che non lavorerai mai – The Jackal

Posted in video (not categorized) with tags , on 8 marzo 2015 by pangolino

The Battery – J. Gardner, 2012

Posted in cinema, comedy, genre, horror, review with tags , , , , , on 4 marzo 2015 by pangolino

The Battery - posterFuturo. Un’apocalisse ha sterminato gran parte della razza umana. Due giocatori di baseball si muovono in un mondo desolato e sopravvivono come possono, tra destrezza e goffaggini.

REcenSIonE aIAce

Autómata – G. Ibáñez, 2014

Posted in cinema, genre, review, science fiction with tags , , , , , on 1 marzo 2015 by pangolino

Automata - locandinaGRANDE fantascienza al cinema con il lavoro di Gabe Ibáñez, Autómata, sci-fi investigativo ed esistenzialista tra Blade Runner e Atmosfera Zero. Da recuperare prima dell’imminente uscita dalle sale.

.:Recensione:. Autómata – G. Ibáñez, 2014

Halloween II – R. Zombie, 2009

Posted in cinema, genre, horror, review with tags , , , , on 24 febbraio 2015 by pangolino

Halloween II - locandinaPer la gioia dei fan, sia del regista che dell’icona John Carpenter, Rob Zombie si impegnava qualche anno fa nella re-scrittura del cult Halloween, facendone una sorta di remake/prequel. Risultati non del tutto convincenti lasciarono l’amaro in bocca ai più, nonostante non mancassero momenti degni d’interesse superiori alla media, e venisse confermato lo stile dirty del regista.
Cosa aspettarsi da un seguito?

.:Recensione:. Halloween II – R. Zombie, 2009

Ultimo Canto di un Pavido Amante

Posted in text (not categorized) with tags , on 24 febbraio 2015 by pangolino

 

– Cos’è che non riesci a dirmi? – gli chiese triste, come nettare dolce,
armonica effige di musica in carne, sfregiante bellezza per occhi profondi.
Su di un legno seduto era a Lei Lui rivolto,
ma dentro, nel cuore, in ginocchio accasciato,
piegato, segnato,
ancora una volta ai dadi battuto
dall’infame puttana, la Natura sovrana,
che nulla spartisce con le umane passioni.

Ma quel giorno, a quell’ora, le grida dell’uomo,
che urlavano sogni e pensieri dal cuore,
strapparono a morsi le nere catene,
e s’affacciarono ardite, dalle fiamme braccate.

In un ultimo sforzo, da pavido eroe, Lui le legò tra lingua e palato,
ma a nulla poteva, se non alla forma,
e l’ardore invocò, a colpi possenti,
un aiuto bendato all’Inferno dei Vinti.

Così dalla tasca estrasse un coltello,
recise il suo braccio, dal polso scoperto,
con forza, con lena, lo guidava una vena.
E il sangue sgorgò, a flutti copiosi,
dipinse la terra, era rosso tappeto,
ma come domato – dal dolore guidato? –
una danza avviava, ordinata, educata.

Attorno alla Dea si dispose gentile,
di calore e d’incanto il suo Recinto ornando,
su per esso risalendo, verso Lei sospirando,
senza ardire di toccarla, né pensare di sfiorarla.

Da spavento fu inchiodata, di paura Lei tremava,
ma il Terrore – le fu strano – era lì che l’adorava.

E spuntaron dovunque da quel macabro manto,
tanti piccoli occhi quanti teneri sguardi,
bagnati di sangue e di lacrime unti.
“Quanta passione, quanto dolore. Natura mi senti? Ammira l’ORRORE!”
E dal lago di sangue emersero fiori,
lenti e pesanti, obelischi d’am*re.
Mille colori, mille pallori, forme cangianti ammalianti brillanti.
Di pena grondanti.

Al cuore colpita, non più spaventata, la Dea pel Recinto distrusse l’istinto!
Lasciò la sua mano scivolare su un fiore, guardò quei cent’occhi con languido affetto,
toccò il lago rosso con morbido tatto.
Le sue mani bagnate osservò con passione,
del giardino di morte l’assalì il suo sapore.

E il sangue capì che ormai si poteva,
che osare non era una lama che assale.
Leggero e increspato sulla Dea si dispose,
e l’avvolse in un manto, la chiuse in un guanto,
per poi diventare, per poi ricamare, tessuti bollenti di sogni e d’incanti.
Per Lei Lui voleva un disegno adeguato,
a una Dea solo il sangue può fare un vestito.

Ma di ama*e la Dama non si era saziato,
e si rapprese in collana sul candido petto:
di magnifici anelli era incastro perfetto.
Su ognuno di essi eran scolpiti i suoi nomi,
tutti quelli che ogni giorno per Lei Lui immaginava.
Fu così che dai lobi il sangue cadde a cristalli. E furon pendagli.
Sulle dita si avvolse. E furon gioielli.

Lui per terra spezzato era per Lei morto ancora,
come tutte le volte che a parlarle correva
e di urlarle il suo canto la sua bocca impediva.
Ma stavolta svuotato di sangue e di vita,
i suoi neri pensieri le avea infine donato.

E’ stato l’am*re?
E’ stata passione?
La Natura è puttana.
Solo lei è soluzione.

 

 

alessandro cellamare

Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza – R. Andersson, 2014

Posted in cinema, comedy, genre, review with tags , , , , , , on 24 febbraio 2015 by pangolino

Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza - locandinaCOL terzo capitolo di una trilogia, Roy Andersson, regista svedese dalla breve filmografia, conquista Venezia nel 2014 e si aggiudica l’ambito Leone d’Oro. Surreale, grottesco, ma è un titolo che non graffia.

.:Recensione:. Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza – R. Andersson, 2014

Basta che funzioni – W. Allen, 2009

Posted in cinema, comedy, genre, review with tags , , , , , on 21 febbraio 2015 by pangolino

Basta che funzioni - locandinaWoody Allen ha lasciato tracce indelebili con alcuni straordinari film, per molti dei veri e propri masterpiece, ma la sua filmografia è fatta anche di tantissimi esercizi che non fanno storia ma solo buon cinema. E’ il caso di Basta che funzioni.

.:Recensione:. Basta che funzioni – W. Allen, 2009

The Burrowers – J.T. Petty, 2008

Posted in cinema, genre, horror, review with tags , , , , on 16 febbraio 2015 by pangolino

The Burrowers - posterThe Burrowers, insolita variante western del cinema horror, tenta la sfida dell’ibridazione e la fa franca, deliziando il palato del fan di genere a caccia di una pietra ancora non collezionata, ma anche del casuale spettatore stanco dei soliti plot da drive-in.

rEcenSIonE AiacE

Whiplash – D. Chazelle, 2014

Posted in cinema, drama, genre, musical, review with tags , , , , , , , , , on 15 febbraio 2015 by pangolino

Whiplash - posterCINQUE nomination, tra cui miglior film, per il Whiplash di Chazelle, discesa all’inferno di un giovane batterista. Educato lavoro un po’ citazionista ma senza una grinta importante. Per amanti del jazz.

.:Recensione:. Whiplash – D. Chazelle, 2014

Inglourious Basterds – Q. Tarantino, 2009

Posted in action, cinema, genre, review, thriller, war with tags , , , , , , , on 15 febbraio 2015 by pangolino

Inglourious Basterds - posterDopo l’incerto risultato di A prova di morte, il sig. Pulp Fiction ci prova con l’omaggio a un film anni ’70 di Castellari (uno dei miti personali del regista), Quel maledetto treno blindato, costruendone un film del tutto inaspettato, con una regia delicatamente di (auto)maniera.

.:Recensione:. Inglourious Basterds – Q. Tarantino, 2009

Birdman – A. G. Iñárritu, 2014

Posted in cinema, comedy, drama, genre, review with tags , , , , , , , , on 8 febbraio 2015 by pangolino

Birdman - PosterNOVE candidature agli Oscar 2015 per Birdman, ultima opera di Alejandro González Iñárritu, sorta di partitura moderna di jazz in forma di flusso di coscienza dove vita e teatro si confondono. Altissimo livello, forse troppo per la kermesse di Los Angeles.

.:Recensione:. Birdman – A. G. Iñárritu, 2014

The Imitation Game – M. Tyldum, 2014

Posted in biography, cinema, drama, genre, review with tags , , , , , , , , , on 1 febbraio 2015 by pangolino

The Imitation Game - PosterOTTO nomination per The Imitation Game, storia del genio di Turing e del suo lavoro per decodificare il codice Enigma. Buon film da notte degli Oscar ma null’altro.

.:Recensione:. The Imitation Game – M. Tyldum, 2014

American Sniper – C. Eastwood, 2014

Posted in action, biography, cinema, genre, review, war with tags , , , , , , , , , on 25 gennaio 2015 by pangolino

American Sniper - posterSEI candidature agli Oscar 2015 e grosso colpo al botteghino per American Sniper, ultimo lavoro di Eastwood. Intrattenimento elegante ma privo di emozioni.

.:Recensione:. American Sniper – C. Eastwood, 2014

Il Reality Show e l’Amor di Cortile

Posted in text (not categorized) with tags on 25 gennaio 2015 by pangolino

E’ ancora utile domandarsi perché format del genere abbiano una presa così forte sul pubblico?
E se una televisione di tal foggia sia realmente deleterea?
Per chi cerca di capirne logiche sociali ma soprattutto per chi detesta il marasma delle opinioni da talk show che affligge le fasi di transizioni, non solo tali domande si conservano sconsolatamente attuali, ma s’impone quasi un’analisi che metta distanza, quantomeno per onestà d’indagine, dal mediocre caos della retorica imperante e delle squadre di pensiero.

.:articolo:.

Dover Police DashCam Confessional – Shake it Off

Posted in music, video with tags on 23 gennaio 2015 by pangolino

Muffa – A. Aydin, 2012

Posted in cinema, drama, genre, review with tags , , , , , , on 18 gennaio 2015 by pangolino

Muffa - posterVINCITORE di due riconoscimenti alla Mostra del Cinema di Venezia 2012, Muffa conquistava un paio di anni fa l’attenzione della cinefilia più attenta. Equilibrio e grande cura, ma gracilità narrative non gli lasciano spiccare il volo.

.:Recensione:. Muffa – A. Aydin, 2012

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: